• No products in the cart.
Image Alt
  /  Amico Bicchiere   /  I bicchieri riciclabili di AmicoBicchiere sono amici dei tifosi!
bicchieri riciclabili e ecologici (2)

I bicchieri riciclabili di AmicoBicchiere sono amici dei tifosi!

I bicchieri riciclabili di Amico Bicchieri entrano nel mondo del calcio!

Il calcio è un mondo così vasto e variegato che non si potrebbe descrivere in poche righe, dire “calcio” non significa solo parlare di calciatori, presidenti, società sportive, arbitri, stadi e tutti coloro che vi gravitano intorno, le persone coinvolte sono così tante che sarebbe difficile citarle tutte.

bicchieri riciclabili e ecologici (1)

Ma soprattutto, un peso non indifferente è dato dai tifosi: uomini, donne e bambini che non solo fanno girare l’economia calcistica, ma che seguono i loro beniamini agli stadi, esultano con tutta la voce che hanno in gola per un goal, piangono per una sconfitta, vestono i colori della propria squadra del cuore e ne discutono con gli amici all’uscita di scuola o al bar durante l’apericena.

In rete si trovano molti articoli e video di disastri e segni di inciviltà messi in atto dai tifosi più “calorosi”, scontri tra tifoserie differenti ma anche deturpamento delle strutture pubbliche. Però si sa, fanno più notizia articoli capaci di scandalizzare, perciò i media sono più propensi a parlare dei guai combinati dai tifosi.

Si parla invece molto meno delle grandi azioni di cui i tifosi sono capaci.

Basta una veloce ricerca su google per individuare i siti degli ultras delle varie squadre e scoprire quante cose positive vengono fatte, al di là della sfera calciata in campo, indipendentemente dalla partita della domenica allo stadio.

Feste, manifestazioni, eventi organizzati dai tesserati, che invitano tutti al divertimento e alla festa, ma soprattutto moltissima beneficienza.

Si perché i tifosi hanno un cuore grande in cui fede calcistica e umanità si fondono, e dietro alla buona musica e alla birra fresca, ci sono progetti molto grandi, dalle donazioni a reparti ospedalieri in difficoltà all’aiuto concreto a piccole realtà territoriali che lavorano per i più deboli e sofferenti.

Solo di alcuni anni fa l’aiuto concreto del Bari per un orfanotrofio, ne ha parlato tuttobari.com .

E molti altri, impossibile citarli tutti.

bicchieri riciclabili e ecologici (3)

Ad esprimere molto bene i l concetto sono gli Ultras BoysParma1977, che in una intervista per il sito sportpeople.it spiegano quanto gli Ultras siano dediti e convinti nell’aiutare gli altri, queste le loro parole:

“Oltre alle iniziative già menzionate, va ricordato il vostro contributo per la riapertura dell’asilo di Lentigione, dopo l’esondazione dell’Enza, la realizzazione dell’inno “La canzone dei Crusaders” assieme al coro del Teatro Regio, il cui ricavato è andato in beneficenza. Per non parlare di quello che avete dato ad altre cause geograficamente più distanti come Amatrice e tanti altri. Una riflessione: con l’aumento esponenziale della solidarietà, non si innesca un meccanismo perverso quasi di espiazione dei propri peccati? Non si annichilisce così il proprio lato meno accettato socialmente, quello politicamente scorretto assecondando i canoni borghesi di tifo “sano”?

Negli anni la situazione è cambiata. Nei ’90 c’eravamo solo noi, non ce ne fregava un cazzo degli altri. Che a Foggia fossimo in 40 poi a Madrid in 5000, ci interessava solo di noi, non di quanti erano gli altri. Adesso invece il gruppo è tutta la Curva, “Boys” ha una visione d’insieme e non è un caso lo striscione “Curva Nord Matteo Bagnaresi”. Il giro è molto più largo e avendo a che fare con altra gente, ti avvicini di più ad altre problematiche: quella dell’asilo di Lentigione non l’abbiamo pensata noi, semplicemente la moglie di uno dei nostri lavora in quell’asilo ed è stato naturale empatizzare con chi hai vicino. Allargando gli orizzonti si ha a che fare con più entità, con più gente e pian piano inizi a collaborarci in un modo o nell’altro. Inizia quando tu chiedi qualcosa, la gente poi chiede qualcosa a te: è una mano che lava l’altra. Non è che si può andare solo in una direzione: solo loro danno a noi e basta, poi quando tocca a noi ci si defila.

Essere radicati nella città ti porta inevitabilmente a tendere le tue mani verso la città. Come con “Casa Azzurra”: abbiamo ricevuto un’email da loro, c’era la nostra classica Riffa con cui solitamente tiriamo su dei fondi da destinare in beneficienza e abbiamo deciso di farlo in loro favore. Questi qua sono dei volontari, non li aiuta nessuno, sono ultras come noi in un certo senso: fanno le cose per niente, è un atto di fede il loro, solo che loro lo fanno per aiutare gli altri, noi lo facciamo per andare a vedere il pallone. Son più nobili loro, son più ultras loro in questo, fan le cose per niente, hanno davvero mentalità da ultras.

In ciò, fondamentalmente, il nostro impegno passa dall’essere gruppo ad essere tifoseria ad essere comunità. Torni sempre lì, all’inizio: scegliendo i colori gialloblù scegli di rappresentare la città e se la città ha bisogno, gli ultras ci sono.

Quando siamo nati, siamo nati senza un soldo, quindi abbiamo dovuto chiederli anziché darli, poi siamo cresciuti, ci siamo ritrovati “adulti” ed avendo la possibilità di darli, era arrivato per noi il momento di farlo, era giusto farlo. È un processo di maturazione, lo stesso che ti permette di stare ancora in piedi dopo quarant’anni. Se uno guarda a quarant’anni fa, a Parma c’era la DC, c’erano altri partiti, diversi movimenti sottoculturali giovanili, tutta una serie di cose che adesso non ci sono più, i “Boys” sono invece ancora lì al loro posto, l’unica cosa rimasta, e questo qualcosa dovrà pur dire. Ma ovviamente per resistere al mutare del tempo devi avere l’intelligenza e la forza di evolverti senza snaturarti, altrimenti se ti discosti troppo dalla tua natura finisci per estinguerti.

(Intervista completa sul sito sportpeople.net)

bicchieri riciclabili e ecologici (4)

Ma gli Ultras delle varie squadre sia di serie A sia di serie B, non guardano solo ai più bisognosi offrendo il loro aiuto, gli Ultras sono capaci di guardare avanti e mostrarsi attenti e rispettosi verso il mondo in cui noi tutti viviamo, con un animo green e l’interesse all’ambiente.

Dati alla mano, la plastica risulta essere il principale prodotto di scarto che finisce per inquinare il nostro pianeta e questo non deve passare inosservato a chi può e deve dare il buon esempio.

E a tanti tifosi l’argomento sta a cuore, per questo nei loro eventi hanno deciso di collaborare con AmicoBicchiere.

Amico Bicchiere, con la sua lunga esperienza nel settore, propone bicchieri riciclabili in polipropilene, infrangibili, riutilizzabili, personalizzabili. Bicchieri capaci di ridurre quasi a zero lo spreco di plastica derivante dai soliti bicchierini usa e getta. Con soluzioni a 360 gradi, capaci di soddisfare le più svariate esigenze, dalla dimensione del bicchiere alla stampa per la personalizzazione dello stesso, Amico Bicchiere rende gli eventi davvero eco sostenibili.

Gli Ultras di squadre come Sampdoria, Genoa, Parma e Torino stanno già dando il buon esempio e per i loro eventi hanno deciso di utilizzare i bicchieri a rendere, con una cauzione di pochissimi euro, hanno dato la possibilità a tutti i partecipanti di inquinare meno, di produrre meno rifiuti e di decidere se tenersi un simpatico gadget come ricordo delle belle giornate organizzate con il cuore.

Gli ultras Tito Cucchiaroni hanno scelto una veste grafica naturalmente blucerchiata per l’evento organizzato a maggio di quest’anno, è possibile vedere i bicchieri a rendere scelti dai tifosi del Sampdoria  qui.

bicchieri riciclabili e ecologici (5)

Gli Ultras del Genoa sono partiti avvantaggiati grazie al fatto che il comune di Genova si è già da tempo posto nell’ottica della riduzione dei rifiuti, non solo il mondo del calcio, ma anche la movida è plasticfree.

“Sono iniziative fantastiche – ha detto l’assessore all’ambiente del Comune Campora -. La filiera della plastica è complessa, ridurre alla fonte il consumo e arrivare al riuso è fondamentale”.

Insomma, dire Ultras ormai significa dire “grande cuore”, verso gli altri e verso l’ambiente.

L’augurio e la speranza è che nel breve periodo tutti i tifosi di tutte le fedi calcistiche possano organizzare eventi ecosostenibili, collaborando con i bicchieri riciclabili AmicoBicchiere che è garanzia di qualità e sicurezza, perché in tutta Italia si possa fare qualcosa per aiutare l’ecosistema.

Post a Comment