• No products in the cart.
  /  Amico Bicchiere   /  Zero Waste, tutti ne parlano, ma di cosa si tratta veramente?
Zero Waste

Zero Waste, tutti ne parlano, ma di cosa si tratta veramente?

A meno che tu non sia appena sbarcato su Marte, avrai sicuramente sentito parlare di “Zero Waste”.

Zero Waste, tradotto normalmente come “Rifiuti Zero” è un idea, un concetto, uno stile di vita ed un movimento per la riduzione della produzione dei rifiuti.

Questo è come lo definisce Wikipedia:

Con Zero rifiuti o Rifiuti Zero (in inglese Zero Waste) si indica una strategia di gestione dei rifiuti che si propone di riprogettare la vita ciclica dei rifiuti considerati non come scarti ma risorse da riutilizzare come materie prime seconde, contrapponendosi alle pratiche che prevedono necessariamente processi di incenerimento  o discarica, e tendendo ad annullare o diminuire sensibilmente la quantità di rifiuti da smaltire. 

Chi può fregiarsi di questo “titolo”?
Tutti noi, come individui, come aziende e come comunità possiamo essere “zero waste”.
Questo movimento si occupa infatti di fare scelte e sensibilizzazione in ottica di riduzione della produzione dei rifiuti.
Cosa è Zero Waste?
Tutto può esserlo, dal carburante al cibo, da come ti muovi alle tue scelte nel campo degli imballaggi e delle suppellettili.
Zero Waste

Zero Waste, perché un mondo così, chi lo vuole?

 

Come si diventa Zero Waste?
Informandosi e facendo le scelte corrette.
Preferendo il prodotto locale rispetto a quello arrivato in aereo dall’altra parte del mondo.
Scegliendo di non sprecare plastica, sostituendo l’usa e getta con le soluzioni riciclabili e riutilizzabili
La rete Zero Waste
Questo movimento e stile di vita, è molto attivo anche in Italia, grazie ad una community attenta, sperimentatrice e pronta a condividere trucchi, consiglio, produttori rispettosi e soluzioni meno inquinanti.
Il grande nemico di Zero Waste
“Rifiuti Zero” combatte contro molti nemici, dalle multinazionali indifferenti alla loro impronta ecologica ai governi ciechi ad un deleterio cambiamento climatico che è in atto da troppo tempo.
Se dovessimo però identificare un singolo prodotto come “nemico” numero uno di questo movimento, non possiamo non pensare alla plastica.
Cosa c’entra Amico Bicchiere con Zero Waste?
Partiamo da un punto indiscutibile; ad oggi, per molti usi della plastica non si può (ancora) fare a meno.
Se per alcuni prodotti le alternative ecologiche hanno soppiantato se non migliorato la plastica, per altri prodotti questa sostituzione non é ancora stata possibile.
Ad esempio per i bicchieri; quelli utilizzabili in eventi pubblici non possono ovviamente essere di vetri e le alternative ecologiche presentano tutte delle debolezze che ne invalidano l’uso.
In questi casi, anche l’iniziativa privata (stoviglioteche) non può aiutare più di tanto, visti i requisiti e le leggi previste in ambito di igiene e sicurezza.
Ecco perché l’alternativa all’usa e getta, vera e proprio sistema anti “Rifiuti Zero” è quello di utilizzare prodotti sicuri, riciclabili e riutilizzabili all’infinito.
Ecco perché Amico Bicchiere.
Post a Comment