• No products in the cart.
Image Alt
  /  Amico Bicchiere   /  Birratour

Birratour

Per gli appassionati della birra, non c’è nulla di meglio di un Tour nella propria città! Birratour è proprio questo, punto d’incontro tra tutti coloro che vogliono passare qualche ora in compagnia, gustando e assaporando ottima birra di microbirrifici locali. L’iscrizione, obbligatoria per via dei posti limitati, permette ad appassionati e amanti della birra, ma anche curiosi e scopritori di nuovi gusti, d’inondare le papille gustative con il nettare dorato; passando per 10 tappe, cioè 10 locali del posto, dove si potranno degustare 10 birre. Il tutto con una guida esperta che insegnerà ai partecipanti come degustare responsabilmente una birra diversa ad ogni locale.
Il centro storico di Alessandria, si trasforma così, in un percorso di sapore alla scoperta della bevanda amata.

E pensare che la birra ha una storia antica e interessante… nasce in Mesopotamia ed è da subito molto apprezzata dagli egizi, dagli etruschi, dai greci e dai romani. Nerone stesso ne consumava moltissima!!
Subito dopo la fine dell’impero romano, la produzione di birra diviene monopolio dei monaci, inizialmente a fini terapeutici, per poi divenire bevanda diffusa, e pregiata, proprio i monaci di Monteccassino sono i primi a produrre birre d’abbazia con l’aggiunta dei luppoli.
È nel Rinascimento che i birrai vedono la propria epoca d’oro, in quel periodo la birra conosce la massima espansione e richiesta, sebbene rimanga una bevanda per soli uomini.
Solo nella seconda metà dell’ottocento prende il via una vasta e strutturata azienda della birra, che diviene bevanda di moda all’inizio del novecento; negli anni venti, diviene bevanda popolare e grazie alle prime campagne pubblicitarie, solo in Italia, si arriva a produrre nel 1920 più di 1,2 milioni di ettolitri di birra!!
Una parentesi negativa arriva negli anni trenta per via della crisi che impone una tassa su ogni ettolitro di birra e poi, con il fascismo e la battaglia del grano.
Ma dopo la guerra l’industria birraria si rialza più forte che mai, grazie anche alle nuove scoperte come il “camion bar” degli anni cinquanta e il frigorifero degli anni sessanta/settanta, con l’aiuto poi della televisione e di Carosello.
Quello birrario è un settore ormai maturo che ha raggiunto importanti traguardi grazie all’ininterrotto processo di ammodernamento e potenziamento degli impianti.

le recenti numerose campagne sul bere responsabile stanno notevolmente cambiando il concetto di birreria: sempre meno luogo in cui bere a stomaco vuoto, e sempre più vicino alla realtà del “beer and food”.
Abituati però a trovare birre di grandi marchi al supermercato, capita di dimenticare che birrifici meno conosciuti offrono ai clienti un’ottima bevanda degli dei, ma grazie al BIRRATOUR di Alessandria si potrà diventare protagonisti della scoperta di nuovi gusti.
E se la birra è un dono della terra, acqua, malto, lievito e luppoli son infatti gli ingredienti principali, non bisogna scordarsi di trattare bene questo pianeta!! Per questo motivo BIRRATOUR DI ALESSANDRIA ha deciso di rispettare l’ambiente proponendo bicchieri riutilizzabili: i bicchieri EKOMON.
Sono stati scelti e distribuiti i bicchieri LOSANNA, da 300 ml. Grazie all’ampia superficie stampabile, sui milleduecento bicchieri, è stato possibile stampare una tacca a 0,15ml per la misura dell’assaggio, il logo dell’evento sia sul fronte sia sul retro e un qr code per avere tutte le informazioni. Ogni bicchiere è stato un piacevole ricordo dell’evento per gli iscritti che hanno potuto portarlo con se anche grazie al portabicchiere con moschettone, interessante e utile idea proposta sempre da EKOMON.
Allegria, compagnia, birra ed ecologia sono state le parole d’ordine dell’evento, e come diceva uno slogan del 1929: chi beve birra campa cent’anni!!! Quindi tutti pronti, bicchiere EKOMON in mano e non lasciamoci sfuggire l’occasione di partecipare al prossimo Birratour di Alessandria!

10 maggio 2018
10 maggio 2018
Post a Comment

WhatsApp chat